Un giorno sulla Marmolada. La Funivia che si arrampica sulla Regina delle Dolomiti ha più di cinquant’anni e una storia di sogni, imprenditoria e innovazione. Per apprezzare la tecnologia, ammirare i panorami e fare un’emozionante immersione nelle storie di guerra che lanciano messaggi di pace, conviene dedicare almeno una mezza giornata alla Marmolada e alla funivia che ne scala il versante bellunese.

La Funivia Marmolada – Move To The Top ha come motto “Only the sky is the limit”. Limiti qui non ce ne sono, infatti tra le tante caratteristiche dell’impianto c’è la completa accessibilità. La meraviglia qui non è per molti, è per tutti. Non aveva nessun limite nemmeno il pensiero di Furio Bianchet, accademico del CAI che negli anni Sessanta trovò nella famiglia Vascellari, che ancora oggi gestisce la funivia della Marmolada, chi poteva realizzare il suo sogno di creare un impianto per far arrivare chiunque in cima a questa montagna. Inoltre, ci si può far accompagnare nella visita dalla App Geochip: attraverso i vari QR code si accede a contenuti, in formato testo e audio, sulla storia geologica e sociale della Marmolada, ricevendo delle notifiche sul telefono quando ci si avvicina a un punto di interesse.

UN GIORNO SULLA MARMOLADA
Funivia Marmolada Move To The Top verso Malga Ciapela – Foto di Vittorio Galuppo

Un giorno sulla Marmolada con la funivia Move To The Top

A metà anni Sessanta iniziarono i lavori di costruzione della prima funivia: 900 m di dislivello da superare in una sola campata e senza sostegni intermedi. Una vera impresa per l’epoca. A dicembre del 1968, i primi due tronchi furono aperti al pubblico. Nel 1970 arrivò anche il terzo tronco, il più complesso da realizzare a causa delle condizioni meteo proibitive.

La partenza della Funivia Marmolada – Move To The Top è a quota 1450 metri a Malga Ciapela in comune di Rocca Pietore, zona di pascoli amata dalle mucche. Più che un salto quello della cabina sembra un arrampicarsi sulla parete rocciosa. In appena 3 minuti supera 887 metri di dislivello, quasi tre volte l’altezza della Torre Eiffel.

Il secondo tratto è Coston d’Antermoja 2359 m – Serauta 2940 m. Ancora uno slancio sopra le rocce. Chi conosce l’impianto avvisa i neofiti di tenersi ben aggrappati ai maniglioni: ogni tanto la cabina danza. Lo stupore è chiaramente percepibile e non ci si vergogna ad esprimere ammirazione, non solo per la tecnologia.

Il terzo tratto è Serauta – Punta Rocca 3265 m. Questa è la parte magnifica e luminosa dell’intero percorso perché si passa sopra al ghiacciaio. La cima della Regina delle Dolomiti è poco più su della stazione di Punta Rocca, a 3343 m. Per salire da Malga Ciapela e Punta Rocca ci si impiegano solo 12 minuti.

UN GIORNO SULLA MARMOLADA
Funivia Marmolada Move To The Top, Coston Antermoja – foto di Vittorio Galuppo

Come in una terrazza panoramica, un giorno sulla Marmolada

Il 2004 è l’anno dell’imponente restauro che aumenta la portata da 400 a ben 1000 persone l’ora, migliora la gestione degli impianti, elimina le barriere architettoniche. Lo spostamento delle macchine di trazione da monte a valle lascia a Serauta spazi liberi per il museo della Grande Guerra. A Punta Rocca viene creata una nuova terrazza panoramica.

Splendente è la stazione di arrivo a Punta Rocca, dove dominano il grigio del metallo e il vetro: possente sulla roccia, abbagliata dal ghiacciaio, toccata da vento e sole. La salita non è ancora finita. Le scale e gli ascensori portano alla terrazza panoramica. Da qui si possono vedere tutti i nove sistemi che costituiscono le Dolomiti Patrimonio Unesco. C’è chi assicura che da qui si vede Venezia nelle giornate particolarmente limpide.

Funivia Marmolada Move to the Top, Punta Rocca – foto di Vittorio Galuppo

Siamo quasi in vetta alla regina delle montagne fatte di dolomia che si colorano di rosa e arancio al mattino e alla sera, e impallidiscono di giorno. La regina invece non è fatta di dolomia ma con la sua possenza sembra proteggere tutte le Dolomiti intorno.

Il 26 agosto del 1979, in una giornata di vento, nebbia e pioggia mista a neve, un uomo amante della montagna sale a Punta Rocca. Qui consacra la Grotta dove è stata posta una statua della Madonna, il cui mantello ricrea le pareti della montagna. È Papa Giovanni Paolo II e la sua visita viene ricordata ogni anno il 26 agosto.  I corridoi che portano alla grotta hanno ancora oggi un’atmosfera speciale e le foto di quella memorabile giornata fanno rivivere un momento molto intenso.

Grotta della Madonna – foto di Graziano Galvagni

Sulla Marmolada, musei da visitare in un giorno

 Altre foto a poca distanza raccontano l’impresa costruttiva e i primi 50 anni della funivia: curiosità, simpatia, momenti di difficoltà e altri divertenti. La Funivia Marmolada – Move To The Top racconta sé stessa. Ora non resta che scendere a Serauta.

UN GIORNO SULLA MARMOLADA
Funivia Marmolada Move To The Top, 50 anni – foto di Vittorio Galuppo

Al secondo piano della stazione di Serauta c’è il Museo Marmolada Grande Guerra 3000m, il museo più alto d’Europa. La ricostruzione di un ponte su un crepaccio è la suggestiva entrata: da qui ai arriva ai ritratti di Francesco Giuseppe e Vittorio Emanuele III. Il percorso del museo è emozionale. Racconta dei popoli che vivevano in queste terre dove il confine era segnato sulla carta ma non incideva sulle loro vite. La ricostruzione di alcuni ambienti tipici del fronte narra la vita dei soldati ma i tanti pannelli esplicativi e i tanti oggetti raccontano maggiormente la vita quotidiana. Così oltre a divise e armi si vedono spazzole, orologi, pipe, lanterne, grattugie per la cucina, piccole stufette per scaldarsi, libri, lettere, giornali. Infine, all’insegna dell’arditezza, un modellino ricostruisce la Città di Ghiaccio. 12 km di gallerie create sotto il ghiacciaio dai soldati austro-ungarici. Assolutamente da non perdere la visita guidata.

un giorno sulla marmolada
Museo della Grande Guerra

All’esterno la Zona Monumentale Sacra della Marmolada con le trincee è luogo che unisce escursioni e memoria. Panorama, storia e natura: queste le parole d’ordine in un luogo dove gli echi della guerra si fondono con la bellezza di un panorama su cime meravigliose. Accompagnati da esperte guide alpine si possono fare visite alla scoperta di grotte e camminamenti scavati nella roccia. Una delle tante esperienze che la Marmolada regina delle Dolomiti e la sua Funivia Marmolada – Move To The Top regala a tutti, senza limite alcuno.

un giorno sulla marmolada
Zona Monumentale Sacra – foto di Vittorio Galuppo

Programma eventi estate 2022

Fino al 18.09.2022 – VISITE GUIDATE AL MUSEO: torna per l’estate 2022 l’appuntamento con le visite guidate gratuite al Museo Marmolada Grande Guerra 3000 m, tutti i giorni alle ore 14.00, prenotazione obbligatoria compresa nel biglietto della funivia. Per info e prenotazioni n. 3346794461.

13.08 e 20.08.2022 – APRÈS-TREKKING: serate in cui il Bar Funivia a Malga Ciapela prolungherà il suo orario di apertura con diversi drink e tanta buona musica.

Fino al 18.09.2022 – FORMICHE AD ALTA QUOTA: le Formiche di Fabio Vettori salgono sulla Marmolada in una mostra temporanea che farà scoprire le magnifiche tavole popolate dalla simpaticissima famiglia delle sue formiche. In occasione della chiusura della mostra, Fabio Vettori insegnerà a bimbi e ragazzi a disegnare le sue famose formiche. Prenotazione al n. 3346794461.

05.08/12.08/19.08/26.08.2022 – YOGA SULLA REGINA: tutti i venerdì di agosto lezioni di yoga sulla terrazza panoramica di Punta Rocca e successiva colazione. Info e prenotazioni: visitmarmolada@funiviemarmolada.com o n. 334 6794461

un giorno sulla marmolada
Yoga sulla Marmolada – Foto di Flavio Alberti @flaski

06.08.2022 – UN TUFFO NELLA STORIA: con l’aiuto di alcuni rievocatori verrà arricchito il racconto della Grande Guerra sulla Marmolada, rendendolo più vivo sia all’interno del Museo Marmolada Grande Guerra 3000m sia fra le gallerie e i camminamenti della Zona Monumentale Sacra.

11.08.2022 – MARMOLADArt: Giornata di scultura dal vivo con il Maestro Egidio Petri a tema Marmolada – Regina delle Dolomiti.

26.08.2022 – SANTA MESSA: alle ore 10.30 in ricordo della visita di Papa Giovanni Paolo II nella grotta della Madonna, Regina delle Dolomiti, a Punta Rocca.

02.09.2022 – APERI-TRAMONTO: dopo un aperitivo accompagnato da ottima musica dal vivo, sarà possibile ammirare dai 3.265 m di Punta Rocca il sole che tramonta. Info e prenotazione obbligatoria al n. 334 6794461.

di Eva Vallarin

Foto: Vittorio Galuppo; Graziano Galvagni; Flavio Alberti e gentile concessione del Museo Marmolada Grande Guerra 3000m e Funivie Marmolada

un giorno sulla marmolada

INFORMAZIONI:

http://www.funiviemarmolada.com

http://www.museomarmoladagrandeguerra.com

ARTICOLI CORRELATI:

https://www.ilviaggiatore-magazine.it/luoghi-viaggi/rifugi-delle-dolomiti-unesco-insieme-con-vivereinrifugio/

https://www.ilviaggiatore-magazine.it/luoghi-viaggi/cosa-far-in-val-di-zoldo/

Share Button
image_printStampa la pagina